Cioccolato Amedei, di nuovo italiano grazie a Ferrarelle

Aprire un pub, requisiti professionali e burocratici - Commercity Blog
Aprire un pub: requisiti professionali e burocratici
23 Agosto 2017
Cassetto digitale dell’imprenditore, la nuova piattaforma Infocamere - Commercity Blog
Infocamere: Cassetto digitale dell’imprenditore
24 Agosto 2017
Mostra tutto

Cioccolato Amedei, di nuovo italiano grazie a Ferrarelle

Cioccolato Amedei, di nuovo italiano grazie a Ferrarelle - Commercity Blog

Si è appena concluso l’accordo tra il marchio di cioccolato toscano e l’azienda delle acque minerali. Cosa comporta tutto ciò? Scopritelo in questo articolo

Nel 2015 il 75% delle quote del Cioccolato Amedei furono vendute al fondo asiatico Octopus Europe Limited. Fu quella la conseguenza di un periodo di crisi che comportò non solo la riduzione del fatturato, ma anche l’azzeramento del capitale a causa di una perdita.

Adesso il sogno del marchio Amedei potrà riprendere il suo cammino esattamente dove si era interrotto. Finalmente a distanza di due anni il cioccolato artigianale toscano di alta qualità tornerà ad essere italiano a tutti gli effetti. E questo grazie a Ferrarelle.

L’azienda delle acque minerali ha, difatti, rilevato le quote societarie toscane: il 99% a Ferrarelle; l’1% rimane nelle mani della fondatrice, nonché prima donna al mondo a rivestire il ruolo di mâitre chocolatier, Cecilia Tessieri. In questo modo si vuole garantire la necessaria e fondamentale continuità aziendale.

Un po’ di storia del marchio del Cioccolato Amedei

È il 1990 quando Cecilia Tessieri decide di intraprendere l’attività del cioccolato artigianale. L’idea è quella di crearlo a partire dai semi di cacao, occupandosi quindi di tutte le diverse fasi della lavorazione.

La sua famiglia la appoggia completamente, compresa la nonna materna. Non a caso il suo cognome, Amedei, viene scelto dalla Tessieri per dare il battesimo al proprio marchio di cioccolato.

Nel laboratorio del Cioccolato Amedei vengono utilizzati macchinari moderni, ma anche alcuni antichi che risalgono alla fine del 1800 e del primo dopoguerra. La scelta delle piantagioni e dei semi migliori, i metodi di lavoro e di ricerca innovativi hanno reso questa azienda unica.

In questi anni il marchio toscano è riuscito a vincere più volte il premio come miglior cioccolato “dal seme alla tavoletta” della Chocolate Academy di Londra.

Sarebbe stato, quindi, un vero peccato se questa eccellenza italiana così innovativa non avesse avuto la possibilità di continuare a crescere con passione e successo.

Grazie a Ferrarelle il marchio Amedei potrà riprendere la sua strada nuovamente sotto il controllo italiano.
In realtà, a livello mondiale il cioccolato artigianale toscano è già riconosciuto; lo testimonia una quota dell’export pari al 40%. Adesso si punta, quindi, ad incrementare ancora di più la sua presenza nel resto del mondo.

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi