Conto economico: a cosa serve?

A tutta Cameo, un utile Workshop di Reality Dream Store - Commercity Blog
A tutta Cameo, un utile Workshop di Reality Dream Store
26 Aprile 2019
Disponibilità locali commerciali a Commercity - Commercity Blog
Disponibilità locali commerciali a Commercity
5 Luglio 2019
Mostra tutto

Conto economico: a cosa serve?

Conto economico, a cosa serve - Commercity Blog

Un articolo di approfondimento per parlare di un documento obbligatorio, molto utile alle imprese per conoscere il proprio andamento economico.

Il conto economico è un documento obbligatorio che viene redatto dagli amministratori di un’azienda. Questo compone il Bilancio di esercizio, insieme ad altri documenti quali:

  • Stato patrimoniale
  • Rendiconto finanziario
  • Nota integrativa

Da questo documento si possono ottenere informazioni di rilevante importanza strategica per i manager di un’attività commerciale o imprenditoriale.

Conto economico: sai di cosa si tratta?

Il conto economico viene regolato dagli articoli 2423 e 2425 del Codice Civile. È rappresentato in forma scalare ed ha una classificazione dei costi per natura (o origine) anziché per destinazione. Questo vuol dire che il criterio utilizzato è in base al fattore produttivo da cui hanno originato gli stessi costi.

Come abbiamo appena detto, questo documento ha una struttura a scalare.
Cosa significa? Che è diviso in aree, per ognuna delle quali vi sono i relativi costi e ricavi, nonché la differenza finale.

È proprio dalla differenza tra costi e ricavi che si ottiene il risultato economico dell’esercizio. Questo può essere in perdita o in utile. Pertanto, è facile intuire quanto il documento sia necessario per poter conoscere il fatturato dell’azienda ed i ricavi ottenuti nel periodo di analisi.

Conto economico: come è composto?

Il conto economico è composto da 4 sezioni, ognuna delle quali viene individuata con una lettera dell’alfabeto:

   A) Valore della produzione (ricavi di vendite e prestazioni; variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione etc.)

   B) Costi della produzione (materie prime, di consumo, merci; servizi; personale; ammortamenti e svalutazioni; godimento di beni terzi; accantonamenti etc)

   C) Proventi ed oneri finanziari (rivalutazione; svalutazione)

   D) Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie (imposte sul reddito di esercizio – risultato dell’esercizio e risultato prima delle imposte)

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi